Seguiteci: Facebook Twitter Google Plus
 

Chi sta dietro Seduzione Rapida?

Questa pagina espone le idee principali di chi ha gettato le basi per la realizzazione di questo programma, che in realtà ha molti autori.

Sebbene il frutto del lavoro di questo programma di seduzione sia collettivo, il suo autore decisivo è Autore primario di Seduzione Rapida, italiano, che ha vissuto molti anni in Canada e adesso vive in America Latina e lavora per la Ionenet SA come webmaster e autore. Lasciamo a lui la parola del testo di questa pagina.

« Ciao a tutti, credo che il primo paragrafo mi abbia già presentato abbastanza. Devo soltanto aggiungere che non sono molto alto e neppure particolarmente bello, eppure in vita mia ho avuto svariate ragazze, molte delle quali bellissime.

L'idea di questo programma è nata da una costatazione: alcune donne che ho incontrato hanno ammesso che io non ero il loro tipo, che non le piacevo come uomo. E queste non sempre erano le più belle. Anzi, la maggior parte di coloro che mi hanno rifiutato stava al di sotto della media. Allo stesso tempo mi è capitato di piacere a donne bellissime. Dunque la rivelazione consiste nel fatto di aver scoperto che se piccio o no a una donna, questo non dipende dalla sua bellezza e neppure dalla concorrenza degli altri: dipende dai suoi gusti! Posso andare perfettamente in bianco con una ragazza che non piace a nessuno. E posso farne impazzire una alla quale tutti vanno dietro e con la quale nessuno riesce.

Dunque dopo aver avuto queste esperienze e aver riflettuto in merito sono giunto a due importanti conclusioni:

Prima conclusione: quando seduciamo qualcuno non dobbiamo lasciarci impressionare dalla sua bellezza. Possiamo perfettamente essere il suo tipo, oppure diventarlo seducendo. Una ragazza più bella non è più difficile, inoltre è più bella per voi, secondo i vostri gusti, non per tutti. Certo esiste uno standard di bellezza. Ma questo non significa che un determinato tipo di donna, seppure bella, debba piacere a tutti. E questo porta automaticamente alla...

Seconda conclusione: dobbiamo sempre andare alla ricerca di chi ci piace veramente e non accontentarci di qualcuno che non ci attrae molto soltanto perché non ci sentiamo all'altezza di stare affianco a chi realmente vogliamo.

Altra cosa che ho notato nella mia esperienza di seduttore è che le donne che mi attraggono fino a un certo punto finiscono sempre per annoiarmi. Lì sta l'importanza di cercare qualcuno che ci piace davvero. Non mi sono mai annoiato delle donne che mi piacevano molto delle quali mi sono realmente innamorato. Molti non lo sanno perché non sono mai stati con chi realmente avrebbero voluto stare.

Ovviamente se cercate un'avventura, potete anche accontentarvi di qualsiasi donna che considerate accettabile, tutte servono per una notte di sesso. Ma se cercate una relazione seria, allora puntate sempre al massimo, a quello che più vi piace.

Tutto il resto del programma è nato da queste idee principali. Coloro che non hanno il coraggio di provarci con le ragazze che realmente vogliono, dimostrano di essere insicuri finendo per non piacere "concretamente", in quanto un uomo poco sicuro di sè non piace a nessuno. Le donne non si sentono attratte da qualcuno che non si sente alla loro altezza. Nessuno è superiore a nessuno e una donna non vuole un complessato. Se avete successo con le regazze che non vi piacciono veramente è perché con loro voi vi sentite sicuri e spediti, cosa che non succede con la grande topa che vi fa impazzire.

Da lì si ricavano anche i tre principi fondamentali delle basi della seduzione, cioè che nei rapporti uomo-donna tutto gira intorno all'amore, al sesso e alla sicurezza, tre concetti che cambiano soltanto in termini di priorità tra maschio e femmina, avendo soltanto l'amore pari importanza per entrambi. Di questo si parla ampliamente nella pagina basi della seduzione.

Tra i tre fattori che regolano le relazioni sentimentali, la sicurezza è il valore dominante per la donna, mentre l'ultimo è il sesso. Come può una donna sentirsi sicura con un uomo che si sente insicuro al suo fianco? Che non si sente all'altezza per piacerle? Che rinuncia a sedurla o fallisce soltanto perché la vede troppo bella per lui?

Da lì l'idea di vivisezionare il concetto di attrazione, non bisogna essere troppo ansiosi, troppo premurosi, troppo "bravi ragazzi" con le donne perché questo rimanda al concetto di insicurezza, di poco interesse. Un uomo così non è interessante. Se lei vi dice "ti chiamo domani" e vedete che alle 4 del pomeriggio non ha ancora chiamato, non chiamatela. Forse vi chiamerà alle sei e se non vi chiama, non fatelo. Chiamatela un altro giorno. Queste cose sono spesso dei test che le donne vi fanno per mettervi alla prova, per vedere se siete ansiosi, se vi sentite insicuri, se sentite "il bisogno".

Il buon Balzac non diceva nel Père Goriot che « Il nostro cuore è un tesoro, svuotatelo in un colpo solo e sarete rovinati. Non perdoniamo a un sentimento di essersi mostrato tutt'intero più che a un uomo di non avere un centesimo suo » ?

Tutte le volte che sono stato ansioso con una ragazza, che le ho dato il 100% della mia attenzione, ho fallito. Tutte le volte che una donna non mi interessava a sufficienza da preoccuparmi, questa cadeva tra le mie braccia. L'interesse è inevitabile per una ragazza che ci piace molto, che amiamo addirittura. Ma, ai primi tempi di un approccio, per sedurre bene bisogna saper dissimulare il proprio interesse e comportarsi come se lei non ci interessasse molto. Evidentemente bisogna essere galanti e romantici quando la situazione lo richiede. Ma quando siamo lontani da lei (e dunque più vulnerabili), non possiamo mostrarci troppo interessati e l'ideale sarebbe addirittura di non sentirlo quest'interesse, di resistere alle tentazioni del cuore, almeno fino a quando arriverà il momento dove potrete esprimervi più liberamente.

Dunque, quando conoscete una ragazza che vi fa impazzire, siate resistenti, siatelo quanto più possiate. Dovete sedurre senza cader vittima della sua seduzione. Ricordatevi che una ragazza non si innamorerà di voi stando con voi. Si innamorerà quando sarete lontani da lei, quando si domanderà se state pensando a lei e quando voi (che siete stato così romantico nell'ultimo incontro), comincerete a mancarle. Invece se siete il primo a preoccuparsi, lei si sentirà sicura troppo presto e perderà inevitabilmente il suo interesse. Il principio che ho appena menzionato è un principio fondamentale degli inizi di una relazione e il programma ne parla nei dettagli. Attenzione c'è una differenza tra darle sicurezza e farla sentire sicura. Un conto è dimostrare che siete un uomo in grado di dare sicurezza a una donna, un'altra cosa invece è farla sentire troppo sicura perché vi preoccupate troppo.

Mai mostrarsi bisognosi con una donna. Forse dopo che l'avrete conquistata, una volta che si sarà innamorata, potrete darvi il lusso di agire secondo i vostri sentimenti, ma sempre lasciando spazio per un lato misterioso. Non prima. Al momento di sedurre dovrete vincere voi la battaglia, dovrete essere voi a mostrarvi sicuri e a rendere lei bisognosa, perché questo è quello che vogliono le donne.

Altra cosa importante è non scoraggiarsi in caso di rifiuto. Il seduttore inesperto si scoraggia davanti alla prima bella donna che lo rifiuta. L'esperienza insegna che quando non si conosce a sufficienza la psicologia femminile bisogna puntare sul numero. Quando riuscirete a conquistare la prima o la seconda bella donna che realmente vi piace, capirete anche che il fatto di essere rifiutati è qualcosa che fa semplicemente parte delle regole del gioco e non ha nulla di trascendentale.

Inoltre dovrete avere una certa conoscenza del linguaggio corporale per meglio padroneggiare le impressioni che date e per capire gli altri, così incorrerete meno negli errori e insuccessi. Dovrete anche essere loquaci, dimostrare che avete sempre qualcosa da dire, quindi una certa cultura, non è mai di troppo. E dovete essere originali nell'abbordare, dimostrare di essere diversi fin dall'inizio, dirle cose che non le ha mai detto nessuno e sviulppare tutta una serie di altre qualità che arricchiranno non solo la vostra personalità, ma vi renderanno anche più interessanti.

Ecco gettate tutte le basi del programma. Ovviamente questi concetti di rimandano a molte regole, molti principi, molte tecniche di seduzione, molti procedimenti, molti approcci, moti metodi per migliorare sia la vostra personalità che la vostra presenza.

È qui che il lavoro diventa collettivo. Molti hanno partecipato alla realizzazione di questo programma arricchendone il nucleo. E siete invitati ad aggiungere nuove idee basate su questi concetti di base, forse aggiungendone di nuovi, perché il nostro programma non finisce qui, accetta sempre contribuzioni addizionali per arricchirsi ulteriormente con il tempo e diventare una vera bibbia della seduzione, un metodo vero, basato sull'esperienza della strada, non solo mia, ma di molti uomini che hanno avuto successo con le donne.

Con questo mi congedo, sia io che il resto dello staff ci auguriamo che questo programma possa essere utile a molti uomini, lascinado sempre spazio a critiche, commenti, idee e principi nuovi. »

Autore primario del programma, iniziatore del programma Seduzione Rapida.

La FAQ del nostro programma.
grande-pene.com

soloperlei.com